Recensioni

lunedì 24 settembre 2018

Recensione del libro "I cavalieri del nord" di Matteo Strukul






Titolo: I cavalieri del Nord
Autore: Matteo Strukul
Editore: Multiplayer
Genere: Fantasy Storico
Pagine: 456
Prezzo: € 16,90
Uscita: Ottobre 2015




SINOSSI:

Salvato, ancora bambino, in una notte di luna e lupi, Wolf è diventato un giovane cavaliere teutone. Cresciuto sotto la guida di Kaspar von Feuchtwangen, suo mentore e maestro, il ragazzo intraprende insieme ad altri settanta cavalieri crociati un lungo viaggio dalla Russia alla Transilvania, per raggiungere e difendere il castello di Dietrichstein, ultimo avamposto della fede cristiana in una terra ormai in preda a orde di barbari e diaboliche forze oscure. Lungo la via, fra terre addormentate in un inverno infinito, Wolf incontra Kira, che tutti credono una strega, ma che in realtà nasconde una storia di ribellione e violenza nei bellissimi occhi color temporale. La sua è una figura che getta scompiglio nella schiera teutone, poco avvezza alla presenza femminile, che reagisce con sospetto e rabbia, ritenendo la donna responsabile delle molte sventure che costellano il lungo viaggio. Ma niente è come sembra nell’Europa del 1240. Fra magia e religione, passioni e tradimenti, Wolf conoscerà se stesso attraverso il sacrificio e il coraggio, fino ad affrontare una terribile guerriera che si fa chiamare La Madre dei Morti, un diabolico negromante e un Re senza corona, mentre l’amore per Kira martella il cuore aprendo ferite: perché Wolf è un cavaliere dell’Ordine e la Regola proibisce di amare una donna, soprattutto quando è una creatura irresistibile. A meno che...


RECENSIONE:

“I cavalieri del nord” di Matteo Strukul è un libro avvincente ed emozionante in cui si narrano le vicende del giovane Wolf, salvato dai lupi quando era ancora bambino, dal cavaliere teutone Kaspar von Feuchtwangen, che lo ha cresciuto e addestrato sino a quando anche Wolf non è diventato un cavaliere teutone.


Le numerose vicende affrontate dai cavalieri li hanno condotti dalla Russia sulla strada per la Transilvania, per difendere l'ultimo avamposto cristiano, il castello di Dietrichstein, preda di varie orde barbariche.
Il viaggio sarà lungo e irto di pericoli, ma sotto la guida del suo mentore e maestro che lo ha cresciuto, Kaspar, Wolf dimostrerà grande valore e notevoli abilità nel combattimento e nell'affrontare le varie situazioni problematiche che gli si presenteranno nelle sua crescita.
Di notevole rilevanza per il percorso di formazione di Wolf e per il suo futuro si dimostrerà l'incontro casuale con Kira, una ragazza di notevole bellezza che si trova in una brutta situazione: la ragazza infatti è tacciata di stregoneria e sta per essere uccisa sul patibolo.
Wolf si prodigherà allora per salvarla, senza risparmiare le sue forze e il valore dei principi che lo legano ai suoi giuramenti.


Kira diventerà allora una compagna di viaggio nel lungo percorso nel freddo e nella neve, riuscendo a dimostrare di essere forte e valorosa, mentre l'intera compagnia le sarà avversa, tacciandola di stregoneria e di aver causato eventi funesti.
Da quando Kira è in viaggio con i cavalieri teutonici avvengono strane morti, follie improvvise e quei segni che la ragazza porta sul corpo lasciano ancor più intuire che ella sia guidata da forze oscure e malvagie.
Wolf, però, è rimasto colpito dalla ragazza sin dal primo sguardo. Nonostante le varie esortazioni di Kaspar a rispettare il giuramento fatto all'ordine Teutonico, Wolf si sente in dovere di prendere le difese della ragazza che pian piano dimostrerà di non avere affatto bisogno di protezione...



Nel libro “I cavalieri del nord” le pagine scorrono veloci, con uno stile semplice e ricercato al contempo.
La prosa è elegante e le avventure, che vi si descrivono, coinvolgenti e molto avvincenti.
L'ambientazione è molto dettagliata: il romanzo è infatti ambientato nel periodo delle Crociate e precisamente nel 1240 in un’Europa tormentata dalle guerre.
Dietro il libro in puro stile fantasy si cela un lungo percorso di studio e di approfondimenti storici, fatti di letture approfondite e di viaggi nei luoghi descritti nel romanzo compiuti con ardente passione dall'autore Matteo Strukul.
I personaggi sono tutti ben caratterizzati e i loro punti di vista, analizzati approfonditamente, permettono al lettore di creare un quadro vivido e affascinante di ogni singolo protagonista della storia, sia esso dalla parte dei cavalieri teutonici che dalla parte dei nemici cattivi che cercano in ogni modo di espugnare il castello di Dietrichstein, come “La Madre dei Morti”, una donna crudele e sanguinaria, o il “Kam”, un negromante, denominato “L'Uomo dei Sogni e delle Lacrime”.





Di notevole rilevanza estetica sono infine le illustrazioni contenute nel romanzo siano esse in bianco e nero, che s'intervallano alle pagine scritte, o a colori, che arricchiscono la parte finale del libro.
Di grande impatto estetico sono la cover, molto accurata ed elegante, e la mappa iniziale che descrive l'Europa del XIII secolo.
Tutto il libro dona al lettore una sensazione di compiutezza e di completezza, rendendo il percorso di lettura un'esperienza ricca di avventura, passione e magia.






Luce


























8 commenti:

  1. Luce, la tua recensione è accurata e invoglia alla lettura di questo libro fantasy. Hai ragione la cover è molto bella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Lucia, grazie per aver letto la mia recensione e per aver lasciato un commento ^_^ Un abbraccio.

      Elimina
  2. Bellissima recensione cara Luce. Mi erano mancate le tue recensioni. Spero tu ne scriva tante. E' un vero piacere leggere quello che scrivi. Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono un po' demotivata ultimamente. Continuo a leggere ma sento di meno la voglia di scrivere di libri. Spero mi passi...

      Elimina
    2. Anch'io spero che ti passi presto. Sarebbe un vero peccato non leggere più le tue splendide recensioni.

      Elimina
    3. Grazie cara sei molto gentile ^_^

      Elimina
  3. Grazie per il consiglio, ho già visto in giro questo libro sembra interessante.
    Buon lunedì, migliore nuova settimana appena iniziata e mese di ottobre in arrivo

    RispondiElimina