Recensioni

mercoledì 13 maggio 2015

Recensione del libro "Gala Cox. Il mistero dei viaggi nel tempo" di Raffaella Fenoglio



Titolo: Gala Cox. Il mistero dei viaggi nel tempo
Autore: Raffaella Fenoglio
Editore: Fanucci editore 

Prezzo cartaceo: 14.90 € 
Prezzo ebook: 4.99 €
Genere: fantasy
Pagine: 496 
Data di pubblicazione: 2 Ottobre 2014

 
SINOSSI:

Gala Cox Gloucestershire ha quattordici anni e frequenta il liceo artistico. Ha un carattere indeciso, un’intelligenza fuori dal comune e la passione per le materie tecniche. E non sta affrontando un bel momento: ha appena perso la sua migliore amica, Nadia, in un terribile incidente dai risvolti misteriosi e il suo amatissimo papà se n’è andato di casa senza una ragione apparente.
   Ora Gala vive con la mamma Orietta, medium scostante e autoritaria, e alcuni spiriti vaganti tra i quali l’indiano Matunaaga e la monaca benedettina Ildegarda di Bingen.
   Gala crede di sapere tutto sull’aldilà, fino a quando non inizia a frugare nello studio del padre alla ricerca di una traccia che le permetta di ritrovarlo. Qui, una scoperta casuale le aprirà le porte di un mondo prima sconosciuto, catapultandola in una realtà parallela e pericolosa.
   In un graduale e inesorabile susseguirsi di avvenimenti e scoperte, Gala vedrà crollare le proprie certezze una ad una. L’amore per le persone a lei care la spingerà a intraprendere una lotta che la renderà una ragazza più forte, molto più di quanto abbia mai potuto immaginare.



RECENSIONE:

Lanciai il libro di Storia nell’armadio. Cadde dal ripiano e s’infilò nello scatolone dei vecchi libri appoggiato sul fondo. Quella scatola era lì da mesi. Non ci avevo più fatto caso.
  Mi chinai per recuperarlo e scorsi il verde pallido del diario dell’anno precedente. Il cuore mi si fermò per un attimo.
  Lo avevo comprato quando amavo la scuola. Era l’estate di due anni prima.” 

  Nell'incipit del romanzo la protagonista appare come una ragazza come tante che sta attraversando il delicato momento dell'ingresso alle scuole superiori...
  Gala è, invece, una ragazza molto particolare, intelligente e ingegnosa, con una grande passione per le materie tecniche, che sta vivendo una situazione molto difficile.
  La sua best friend Nadia è morta prematuramente e suo padre, un eccellente scienziato-inventore, è scomparso da parecchie settimane, senza lasciare nessuna traccia.
  La storia è narrata in prima persona dalla stessa protagonista e sin dalle prime pagine viene descritta con accuratezza l'ambiente in cui vive:


“Era proprio una zona noiosa.

La cosa migliore era la casa più vecchia del quartiere. Una villa di quattro piani, grande come un isolato. Nel suo giardino decine di salici piangenti ondeggiavano al vento tutto il giorno, anche quando apparentemente non ce n'era. Era ricoperta di scura pietra lavica, e dal tetto spuntava un galletto segnavento. Al portone troneggiava un grosso batacchio luccicante a forma di testa di leone. I bambini che ci passavano davanti rimanevano imbambolati, con gli occhi sbarrati. Le madri li dovevano tirar via con la forza.

Era casa mia.”


La struttura della casa non è l'unica stranezza nella vita di Gala, infatti sua madre Orietta fa la medium di mestiere e la presenza degli spiriti nella sua esistenza è un fenomeno normale nella routine quotidiana. Sin dalla sua nascita, in particolare, sono presenti nella sua vita due spiriti: l’indiano Matunaaga e la monaca benedettina Ildegarda di Bingen.


 
  Non voglio rivelare altro sulla trama del libro, perché toglierei il piacere della scoperta delle innumerevoli sorprese racchiuse in ogni singola pagina.
Difatti ogni pagina del libro è piena di mistero, di colpi di scena, di verità che si svelano poco a poco, di descrizioni di strani macchinari, di viaggi nel tempo. I temi della famiglia, dell'amicizia e dell'amore divengono dominanti affiancandosi a quelli dell'avventura, del fantasy e della fantascienza.

  Le atmosfere e le ambientazioni sono sempre molto affascinanti, sia quelle che si riferiscono al mondo moderno sia quelle ambientate nelle epoche vittoriane.
I personaggi sono tutti ben caratterizzati e i loro tratti salienti sono ben delineati. Sia le persone in carne ed ossa che gli spiriti vaganti hanno caratteristiche peculiari che li contraddistinguono, incuriosendo il lettore su ogni personaggio, anche su quelli “cattivi”. 
Gala è una ragazza introversa, che non parla con nessuno della sua vita piena di misteri. Nello svolgersi della storia ella si aprirà lentamente all'amico Dennis Franti, che diverrà ben presto qualcosa di più di un semplice amico.

  Il personaggio più bello e misterioso è l’indiano Matunaaga, definito dalla stessa Gala come “la mia super-tata”. L'indiano vive accanto a Gala sin dai tempi della sua nascita e rappresenta il suo educatore, colui che la guiderà verso la piena consapevolezza di sé.
Per questo e per tanti altri motivi definirei questo romanzo come appartenente al genere “romanzo di formazione”, ma “Gala Cox. Il mistero dei viaggi nel tempo” è principalmente un romanzo fantasy-fantascientifico, del genere steampunk. 
Lo stile di scrittura dell'autrice è semplice e lineare, a tratti stringata nell'uso di brevi frasi ad effetto, a tratti molto eloquente nelle descrizioni e nei dialoghi tra i vari personaggi. 
 La trama è articolata con maestria e il finale è coerente e razionale, anche se alcuni temi, lasciati lievemente in sospeso, mi fanno sperare che l'autrice abbia in programma di scrivere il seguito di questa accattivante storia. 

  Il libro “Gala Cox. Il mistero dei viaggi nel tempo” mi ha attirata sin dal primo momento in cui ho letto il titolo e la trama. Successivamente ho visto la cover e sono rimasta “folgorata”! 
E' un libro adatto ad un pubblico di tutte le età, purché il lettore sia amante del fantasy, del mistero, dell'avventura e dei racconti di viaggi nel tempo. 
Personalmente ho trovato la lettura molto coinvolgente tanto che, una volta giunta alle ultime pagine, ho sentito dentro di me una nota di malinconia che mi ha spinta a ricercare con avidità tutti gli elementi che possano svilupparsi in uno nuovo capitolo!

Luce



9 commenti:

  1. L'ho letto e recensito anch'io il mese scorso. E' un bel romanzo, non solo per ragazzi, ma anche per adulti. :)

    RispondiElimina
  2. La cover è strameravigliosa! corro a comperare questo libro, la tua recensione mi ha affascinato :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' strameraviglioso anche il contenuto, te lo assicuro!

      Elimina
  3. Adoro il genere steampunk, ho letto questo libro e l'ho trovato molto bello, spero ci sia un continuo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah il booktrailer è fantastico ;)

      Elimina
    2. Spero anch'io che la storia prosegua. In effetti, da come si è concluso questo libro, si può sperare in un seguito, anche se l'autrice al momento si dedica ad altro. Speriamo bene!

      Elimina
  4. sono contenta che ti sia piaciuto, io devo ancora leggerlo, ma lo ha letto mia sorella e anche a lei è piaciuto.
    ma ci sarà un secondo capitolo? Non lo sapevo! :O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho esortato l'autrice a scrivere la continuazione. Nel primo libro ci sono tutti gli elementi per poter aggiungere un secondo capitolo. Spero si convinca a scriverlo presto ^_^

      Elimina