Recensioni

sabato 30 maggio 2015

Recensione del romanzo "Chelsea & James" di Giuseppe Cozzo



Titolo: Chelsea & James
Autore: Roberto Giuseppe Cozzo
Editore: Self publishing
Prezzo cartaceo: 6,24
Pagine: 194
Data di pubblicazione: 26 febbraio 2015

Link per l'acquisto: Amazon



 
Sinossi:

Nel tentativo di perseguire il proprio personale senso di giustizia, due ragazzi cercano di fuggire da un ingombrante passato, che li condiziona fortemente. La moralità, immancabilmente relativa, viene messa in discussione, mentre un viaggio li porterà via dalla zona in cui hanno imparato a soffrire. Scopriranno che allontanarsi da un luogo è possibile, ma prendere le distanze dalle proprie vite è un obiettivo che può essere raggiunto solo conoscendo sacrifici forse insopportabili. 




 
Recensione:

La storia di Chelsea e James ha inizio nella cittadina di Roverside, in Texas. James giunge in questo luogo desolato, freddo e poco ospitale, fuggendo dal suo passato e andando alle ricerca di qualcosa che ancora non è ben chiara nella sua mente.

Guardo inutilmente a destra e a sinistra, prima di attraversare, e passo anche se il semaforo indica il rosso. La mia scarsa inclinazione all'osservanza delle regole mi ha causato meno problemi che se le avessi rispettate. E' meglio chiedere il perdono che il permesso.
Aspettare il verde sarebbe inutile. Voglio risparmiare un po' di freddo, sto quasi letteralmente morendo di fame, e nessuno si accorgerà di un'infrazione del genere, in un luogo simile. Sarebbe come dedicare attenzione alla lettura di un volantino in una biblioteca.”

Da queste poche righe, che s'incontrano nelle pagine iniziali del romanzo, si intuisce il carattere anticonformista e un po' ribelle di James. Questi tratti caratteriali mettono in evidenza come la giovane età del protagonista lo induca a sfuggire a tutte le pene sofferte in un passato molto travagliato. E' proprio in questa fuga iniziale, priva di una metà specifica, che James incontra Chelsea.

La ragazza ha qualcosa che mi ha colpito. L'avermi pagato il conto, per non farmi andare incontro a dei problemi, era un gesto di attenzione che mi aveva sorpreso, per quanto semplice. I fiori posso essere difficili da identificare e comprendere, quando sei cresciuto in mezzo ai coltelli.”

Anche Clelsea ha una situazione pesante alle spalle ed anche lei ha tutti i motivi per fuggire da qualcosa. Per questo motivo i ragazzi si incontrano e si “riconoscono” al primo sguardo, decidendo di intraprendere un cammino insieme.

"Negli occhi di Chelsea vedo qualcosa che mi spinge ad andare avanti. Non solo. Qualcosa che mi guida, che mi conduce lungo la strada da seguire, e non si limita ad indicarmela. È una strada che potrei non essere in grado di percorrere. Non so se sia in difetto di coraggio o capacità, ma sento che dovrei provarci ugualmente. A qualunque costo."

Con lo scorrere della trama la fuga dei due ragazzi si farà ancora più impellente: non sarà soltanto una fuga dal proprio passato e dai propri vissuti, ma sarà una fuga avventurosa e urgente verso la ricerca della libertà assoluta.

Quella di Chelsea e James è una storia di amore, di amicizia e di avventura.
La moralità dei loro comportamenti e dei loro gesti è sicuramente molto discutibile, ma ciò non toglie al lettore la possibilità di affezionarsi ai due coprotagonisti della storia, seguendoli passo per passo nella loro affannosa fuga e vivendo con trasporto il racconto del loro passato e delle loro emozioni che vivono nel presente.
Il libro è, dunque, molto coinvolgente, anche se nelle pagine iniziali sembra andare a rilento. Con lo scorrere delle pagine la storia si fa sempre più avvincente, i vissuti interiori dei due ragazzi sempre più emozionanti.
L'animo di James viene svelato lentamente e tramite esso si svela a poco a poco anche quello della ragazza. Il loro amore è totale ed assoluto, il loro legame indissolubile fino all'ultimo istante.
Il giovane scrittore Giuseppe Cozzo dimostra una notevole capacità nella scrittura, che appare scorrevole e lineare, priva di intoppi e di incertezze. Il lettore è coinvolto su due fronti: da un lato dalla scrittura armoniosa dello scrittore, dall'altro dalla storia estremamente intensa che tiene con il fiato sospeso sino alla fine.

Chelsea & James” è un romanzo molto affascinate, intenso ed emozionante.
E' come una musica che inizia molto sommessamente, poi raggiunge toni sempre più acuti e infine si conclude con un finale quasi assordante e allo stesso tempo estremamente dolce.
Dispiace molto chiudere il libro a fine lettura, perché i suoi protagonisti sono entrati nel cuore, hanno fatto emozionare, penare, arrabbiare ed hanno pienamente trasmesso il senso di cosa sia il vero amore.

Quando la musica si ferma si deve smettere di ballare. Ma noi, eliminando quel vincolo, ci procuriamo una personale forma di illimitata di libertà.”

Luce

11 commenti:

  1. Sono contenta che ti sia piaciuto, spero di essere del tuo stesso parere!

    RispondiElimina
  2. a me ispira tantissimo *-* spero di poterlo leggere preto anch'io! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono curiosa di conoscere anche la tua opinione :)

      Elimina
  3. Beh con te la mia lista di libri non avrà mai fine!

    RispondiElimina
  4. L'ho finito ieri, è ben scritto e ci sono belle riflessioni, la storia e i protagonisti sono un po' troppo irreali per essere totalmente credibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè irreali? Pensa a Bonnie e Clyde che sono realmente esistiti...

      Elimina
    2. Adoro la storia di Bonnie e Clyde, quindi questo libro non posso perdermelo!

      Elimina
  5. Ma quanto sei brava a scrivere recensioni? Mi stupisci ogni volta :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei tu che sei troppo gentile! Grazie infinite :D

      Elimina