Recensioni

mercoledì 9 marzo 2016

Recensione del libro "Alice from Wonderland" di Alessia Coppola




Titolo: Alice from Wonderland
Autore: Alessia Coppola
Editore: Dunwich Edizioni
Genere:  Fantasy
Pagine: 279
Prezzo cartaceo: 9,90 €
Prezzo ebook: 2.99 €







Sinossi:
Cosa accadrebbe se Alice varcasse la dimensione di Wonderland? Quanto labile diverrebbe il confine tra lucidità e follia? Una strega, un sortilegio e un libro sono il principio di tutto. Alice non è più la bambina sprovveduta che vagheggiava tra labirinti di carte. È una giovane innamorata, alla ricerca della propria identità. Per trovarla viaggerà nel tempo e oltre il tangibile. Scrittori, scienziati, circensi e matti sono i suoi compagni in uno straordinario viaggio verso una meta impossibile. Sottomondo non è mai stato così sopra. Che la magia abbia inizio, la tana del coniglio vi aspetta.

Recensione:
«Quale uomo di genio su questa Terra non si è lasciato corrompere dall’abbraccio della follia? In essa risiede il seme dell’intuizione. Senza un briciolo di pazzia che saremmo noi, se non alberi senza foglie? Secchi, rigidi, immobili. Le foglie sono per gli alberi ciò che per noi è la follia: il movimento, la linfa così come il frutto. L’evoluzione.»

Alice, la protagonista del famoso romanzo “Alice in Wonderland” di Lewis Carroll, si ritrova improvvisamente in una realtà che non riconosce. Anche la sua identità le è sconosciuta e la sua mente non riesce a far riaffiorare nessun ricordo del passato.
Alice è stata catapultata nel mondo reale ove risuonano a lei familiari alcuni nomi, alcune frasi e qualche oggetto, ma la sua mente è offuscata e confusa e viene tacciata di pazzia.
Ma Alice non è l'unico personaggio della fiaba di Lewis Carroll ad essere piombata nella realtà: insieme a lei, infatti, il Bianconiglio, il Cappellaio Matto, il Brucaliffo, la Regina rossa e tutti gli altri personaggi della fiaba si ritrovano in un mondo diverso da Wonderland: nel mondo reale.
La loro memoria è pronta a riaffiorare coi ricordi vividi del proprio passato e ciascuno di loro è sospinto da una forza invisibile e sconosciuta l'uno verso l'altro, sino a quando non si incontrano e si riconoscono ed insieme progettano “il ritorno a casa”.

«Bambina, Wonderland non esiste più», disse, mesto, Rupert.
«Wonderland è qui. È dove siete voi, è dove risiederà sempre un barlume di follia. Mi ci è voluto un tempo inimmaginabile per comprenderlo. Esso non rivela solo chi siano gli altri, ma soprattutto chi siamo e di cosa necessitiamo. Perché a desiderare siamo bravi tutti. Capire di cosa davvero abbiamo bisogno è concessione di pochi. E io l’ho compreso. Non mi serve una terra da dichiarare mia. Ho solo bisogno di voi.»
«Allora, niente mondomatto?» domandò Wade.
«Rendiamo questo un mondo matto», replicò Edmund. «Gran parte degli uomini passa il proprio tempo a negarsi possibilità, non comprendendo che la follia è l’unica occasione per sfuggire alle briglie della realtà.»

Alice grazie all'incontro con un ragazzo strano quanto lei, Edmund, riacquista improvvisamente la memoria ed una volta ritrovati gli altri personaggi della fiaba è più che decisa a fare ritorno a Wonderland, perché sente che soltanto quella è la sua vera casa in cui poter vivere.
Ma una volta abbandonata Wonderland i rapporti tra i personaggi si sono complicati: nella realtà in cui hanno vissuto per lunghissimo tempo Alice si ritrova con il cuore combattuto tra Edmund ed Algar:
"Il mio cuore era spaccato a metà.
Una terribile coscienza si fece spazio in me: li amavo entrambi."
L'amore di entrambi per Alice diverrà allora un grande ostacolo che renderà irto di pericoli la loro avventura, ma al contempo sarà occasione di crescita ed opportunità per ritrovare nella memoria il mondo perduto per sempre.

La scrittrice Alessia Coppola anche in questo lavoro è riuscita a fare breccia nel cuore del lettore.
Il suo stile limpido e la sua scrittura fluida hanno reso la lettura di “Alice from Wonderland” un meraviglioso viaggio nel mondo fantastico di Alice nel Paese delle meraviglie.
La sua conoscenza approfondita della favola di Alice, sia delle versioni letterarie di Lewis Carroll, sia delle versioni cinematografiche, ha permesso alla scrittrice di ricreare l'atmosfera fantastica dell'opera originaria e di evolverla in un'opera originale che coinvolge pienamente l'animo e il cuore del lettore.
“Alice from Wonderland” è una lettura che consiglio a tutti gli amanti delle favole e del fantasy, agli amanti della favola di Alice ed anche a chi mal sopporta questo personaggio e la fiaba che la vede protagonista.
In questo libro è impossibile non amare la protagonista, così come è impossibile non amare tutti personaggi della fiaba.
La storia d'amore tra Alice ed i due contendenti Edgar ed Edmund è emozionante e coinvolgente e così come Alice si ritrova ad amarli entrambi così una lettrice non saprà chi dei due preferire e chi dei due sostenere maggiormente.
L'eleganza e la ricercatezza dello stile, la coinvolgente narrazione, la storia avvincente in ogni sua parte, rendono la lettura del romanzo un'esperienza unica e meravigliosa. Chiudere l'ultima pagina è quasi doloroso, ma la speranza che presto verrà alla luce il seguito rincuora il lettore dal difficile distacco.


Consiglio anche la lettura dello Spin off di Alice From Wonderland: Blue Dream








Sinossi:

E se realtà e immaginazione si fondessero? Cosa accadrebbe se uno dei personaggi di Wonderland arrivasse nel presente? Algar è ancora innamorato di Alice e non riesce a rinunciare a lei. Grazie ai consigli di Nikola Tesla, il Brucaliffo viaggia nel tempo pur di ritrovarla, ma un errore di calcolo lo spedisce nel futuro. Quando tutto sembra perduto, la speranza palpita su ali di farfalla. Una maschera di pizzo, un segreto, un passato da cancellare. La speranza ha un nome, quello della fanciulla dagli occhi di zaffiro. 


Buone letture!


Luce









16 commenti:

  1. La cover è meravigliosa e dalla tua recensione, Luce, ne deduco che anche il contenuto del libro è molto bello! Mi auguro di leggerlo al più presto ;) Complimenti per la recensione molto accattivante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i complimenti! Il libro merita davvero tantissimo. Lo stile di Alessia Coppola è adorabile <3

      Elimina
  2. Ciao Luce, come promesso eccomi qui :)
    Questo è un libro che m'ispira parecchio amando in modo particolare il mondo di Alice e tutto ciò che la riguarda, quindi credo proprio che ci farò un pensierino ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere ;) Grazie per essere passata <3

      Elimina
  3. Risposte
    1. Prego ^_^ E' stato un piacere leggerti, come sempre!

      Elimina
  4. Bellissima recensione! Mi attira tantissimo questo libro, ho sempre adorato Alice e il suo mondo delle meraviglie! Sono curiosa di scoprire chi sono Edmund ed Algar ;)

    RispondiElimina
  5. Ho appena finito di leggere Tra le braccia di Morfeo della Howard, e già sento la mancanza del Paese delle Meraviglie e dei suoi bizzarri abitanti... Credo che mi procurerò presto il libro di Alessia, mi ha sempre incuriosito e la tua recensione non fa che aumentare la curiosità!! =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di leggere la tua recensione ;)

      Elimina
  6. è un libro che dovrò recuperarmi! e ce l'ho in wishlist da un po' :-)

    RispondiElimina
  7. Bellissima recensione! Da molto tempo ho intenzione di leggere questo libro, mi chiedo perché non l'ho ancora recuperato ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco brava, cerca di recuperare allora ^_^ non te ne pentirai.

      Elimina
  8. ciao nuova lettrice :)
    nel mio blog ho un blogtour dedicato ad alice.. questo retelling io non l'ho letto ma è nei libri da leggere a giugno... ne ho sentito parlare troppo bene...
    bellissima recensione !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il complimeto e per esserti iscritta al mio blog. Corro subito a dare un'occhiata al blogtour <3

      Elimina