Recensioni

lunedì 5 settembre 2016

Recensione del libro "Le chiavi dello scrigno" di Gabriele Dolzadelli




Il secondo volume della serie “Jolly Roger” dell'autore Gabriele Dolzadelli riprende la narrazione delle vicende che sono state descritte nel primo volume della serie: “La terra di nessuno” (QUI la mia recensione).
Nel precedente volume la storia narrata si è interrotta “sul più bello” lasciando il lettore a bocca aperta e terribilmente incuriosito.
Col secondo volume la storia riprende da lì dove si era interrotta e continua a dipanarsi e a svilupparsi ulteriormente.


Titolo: Le chiavi dello scrigno (Jolly Roger Vol. 2)
Autore: Gabriele Dolzadelli
Genere: avventura
Editore: Self Publishing
Prezzo ebook: 0,99 €
Numero pagine: 263 (previste)
Link d'acquisto: Amazon






SINOSSI:

1670. Il nobile francese Jean Louis Lafayette, esiliato sull'isola di Puerto Dorado, nel Mar dei Caraibi, viene a conoscenza dell'ubicazione di uno scrigno capace di cambiare le sorti del mondo intero. In una sola notte gli equilibri politici, costruiti nel corso di nove anni sulla piccola isola, crollano miseramente dando inizio a una serie di eventi che metteranno a ferro e fuoco la colonia contesa. Così, mentre il giovane Sid continua la ricerca del fratello Alexander e il temibile Ludwig Van Hossell si prepara a catturare il comandante dei ribelli soprannominato “El Diablo”, inizierà una vera e propria guerra per il possesso delle quattro chiavi che aprono il misterioso scrigno. Niente sarà più come prima e i protagonisti conosciuti nel primo volume “La terra di nessuno” daranno prova di ciò di cui sono capaci per realizzare i propri desideri e ambizioni. 




RECENSIONE:

Puerto Dorato, isola sul mar dei Caraibi, è il luogo di approdo di numerosi avventurieri di diverse nazionalità che si contendono il grande tesoro nascosto nell'isola: un misterioso scrigno dal contenuto molto prezioso, in grado di migliorare le sorti di chi entra in suo possesso.
L'apertura dello scrigno può avvenire soltanto con la compresenza di quattro chiavi, ognuna delle quali si trova nelle mani dei personaggi più influenti dell'isola, appartenenti a diverse nazionalità.

Queste sono le quattro chiavi che erano in possesso dei generali di Fuentes. Non lasciatevi ingannare dal loro aspetto. Sono state fatte a forma di crocifisso proprio per poter essere ben camuffate. Solo inserendo queste quattro chiavi all'interno delle serrature dello scrigno lo si può aprire. Provare a usare altri metodi o a scassinarlo equivarrebbe a distruggerne il fragile contenuto. Dunque, se dividiamo queste chiavi tra ognuno di noi avremo la garanzia che lo scrigno non possa essere aperto da nessuno e dormiremo sonni tranquilli”

Così Olandesi, Inglesi, Spagnoli e Francesi, una volta entrati in suo possesso, nascondono lo scrigno e si dividono le quattro chiavi: questo accordo risulta in effetti molto precario perché ognuno cercherà di impossessarsi delle chiavi altrui e del potere dello scrigno, mettendo in atto sotterfugi, intrighi, alleanze e lotte, al fine di impossessarsi del tesoro.
Nel frattempo Sid prosegue con la ricerca del fratello sperduto Alex, andando incontro ad una serie di avventure che ricollegheranno anch'egli allo scrigno e alla sua spietata contesa.

Il volume “Le chiavi dello scrigno” è ricco di personaggi come il precedente volume e ognuno di questi vive entusiasmanti avventure che coinvolgono e divertono il lettore.
La varietà dei personaggi è davvero molto vasta, ma nella lettura non ci si confonde mai ed ogni sequenza di avvenimenti viene letta senza mai interrompere il flusso del racconto, che scorre agevolmente.
Ogni personaggio è ben caratterizzato e ben descritto, sia nell'aspetto che nella personalità.
Molti personaggi misteriosi fanno la loro comparsa e di essi, nel corso della narrazione, viene svelata la vera identità, come quella del Diablo e del Galante, che compaiono nella narrazione come due personaggi molto misteriosi ed affascinanti.

Van Hossell non era dunque sorpreso che il Diablo e il Galante si fossero dati appuntamento in un luogo del genere. Del Diablo nessuno conosceva l'aspetto fisico e dunque individuarlo sarebbe stato come cercare un ago in un pagliaio, senza poterlo neppure distinguere dalle singole pagliuzze. Del Galante, invece, i suoi uomini erano riusciti ad avere qualche dettaglio in più. Capelli neri e corti, giovane e affascinante, con una leggera barbetta appena accennata lungo il contorno della mascella.”

La storia di Sid e della ricerca del fratello Alex rimangono il fulcro della storia, che appassiona e intriga rendendo il lettore sempre più curioso di scoprire gli sviluppi delle loro vicende avventurose.
Lo stile dell'autore è sempre fluido e privo di intoppi. La lettura scorre agevolmente, passando da un capitolo all'altro, da un personaggio all'altro, da un'avventura alla successiva, senza mai perdere il ritmo e il filo della narrazione.
I flash back che si alternano sovente alla narrazione corrente e che raccontano i fatti accaduti precedentemente risultano sempre illuminanti e i loro contenuti sempre molto coinvolgenti.
Molto intriganti risultano le figure femminili, come quelle di Elisabeth, di Annette e di Soledad che nella loro particolarità divengono simboli di forza e di caparbietà rendendosi simili e nel frattempo molto diverse le une dalle altre.
Nel complesso “Le chiavi dello scrigno” risulta un libro ben pensato e ben costruito, ricco di colpi di scena e di esaltanti avventure.
Leggere questo volume è un'esperienza molto coinvolgente, così come lo è stato leggere il primo volume, anche se nel complesso, rispetto al precedente libro, si denota un'evoluzione nello stile narrativo ed un livello maggiore di maturità nelle abilità di scrittura acquisite dall'autore.
Ovviamente non si può non attendere con trepidazione di leggere il seguito del racconto!



Buona lettura.


Luce

4 commenti:

  1. Trama molto intrigante, sembra un libro di avventura veramente molto coinvolgente. Bellissima la recensione di Luce :) La mia wishlist si allunga sempre di più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una serie davvero molto bella, la consiglio vivamente! Grazie per il complimento alla recensione. Anche tu come me stai superando i record di lunghezza della WL ;D

      Elimina
  2. Recensione molto bella. Avevo letto anche la recensione del primo libro e mi aveva incuriosito tantissimo. Mi chiedo perché ancora io non abbia letto questa serie, visto che mi attira tantissimo. Cercherò di recuperare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava! Grazie per il complimento alla recensione :)

      Elimina