Recensioni

venerdì 5 febbraio 2016

Recensione del libro "Jane e la disgrazia di Lady Scargrave" primo libro della serie "Le indagini di Jane Austen" dell'autrice Stephanie Barron




Titolo: Jane e la disgrazia di Lady Scargrave #1
Serie: Le indagini di Jane Austen
Autore: Stephanie Barron
Editore: TEA
Genere: Giallo storico
Pagine: 315
Prezzo: 12,00 €
Prezzo ebook: 8,99 €
Anno prima edizione: 2008





Sinossi:
In visita presso l'amica, la bellissima e giovane Isobel Payne, Contessa di Scargrave, Jane (Austen) è testimone di una tragedia: il Conte Frederick, marito di Isobel, colto da improvviso e inspiegabile malore, muore in poche ore. La scomparsa prematura del marito, dopo tre soli mesi di matrimonio, getta la povera Isobel nella più cupa disperazione. Tuttavia la vedova scopre ben presto che non si tratta che dell'inizio delle sue disgrazie: di lì a breve infatti una misteriosa missiva la raggiunge, nella quale sono contenute oscure minacce e la duplice accusa di omicidio e di adulterio. Terrorizzata, Isobel invoca l'aiuto di Jane, la sola di cui si può fidare, ma soprattutto l'unica, tra i presenti al castello nella notte della tragedia, che non tragga alcun vantaggio dalla morte di Lord Scargrave. Contando sulle sue ben note doti di investigatrice, Jane si trova così coinvolta in una pericolosa indagine che la porterà a varcare nientemeno che i cancelli della prigione di Newgate e persino la soglia della Camera dei Lords, arrivando a mettere a repentaglio la sua stessa vita.


Recensione:
“Jane e la disgrazia di Lady Scargrave” è il primo libro della serie “Le indagini di Jane Austen” ideata dalla mente creativa della scrittrice Stephanie Barron.
L'autrice introduce nei romanzi della serie la scrittrice Jane Austen, figura di spicco della narrativa preromantica inglese, come personaggio singolare che veste i panni insoliti di una vera e propria investigatrice.
Stephanie Barron nella prefazione a questo primo romanzo autoconclusivo riporta dettagliatamente tutti i particolari che l'hanno condotta a conoscere l'aspetto “investigativo” dello spirito brillante della famosa scrittrice Jane Austen.
L'autrice riporta, infatti, di essersi recata, nella primavera del 1995, in visita presso la dimora dei suoi due amici Paul e Lucy Westmoreland. La coppia di amici vive a Baltimora nella loro residenza Dunready Manor che risale all'epoca georgiana.
Durante il suo soggiorno l'autrice viene a conoscenza di un particolare molto interessante: alcuni anni prima, durante la fase di restauro e ristrutturazione della dimora, erano state rinvenute alcune casse contenenti antichi documenti di famiglia che erano stati depositati e dimenticati per lungo tempo.
In occasione della sua visita l'autrice esamina con i proprietari della villa alcune carte depositate e fra queste essi ritrovano una serie di manoscritti attribuibili alla scrittrice Jane Austen, imparentata alla lontana con la famiglia Westmoreland.
Da questa fantasiosa invenzione si dipana un giallo molto ben costruito, in cui la protagonista Jane da' prova di grande ingegno e di notevole acume.
Jane nelle sue lettere alla sorella racconta di trovarsi presso la dimora di Scargrave Manor, ospite della sua grandissima amica la contessa Isobel. Proprio durante il suo soggiorno alla villa succede una grandissima disgrazia: il conte Frederick è colto da un improvviso e violento malore ed in poche ore cessa di vivere.
Ben presto viene alla luce che il conte non è morto per cause naturali ma che è stato assassinato.
La stessa giovane moglie Isobel sarà una dei principali sospettati, ma i personaggi presenti nella villa al momento del decesso sono numerosi ed hanno tutti dei buoni moventi per essere indagati come possibili assassini del conte.
Jane nei panni di una solerte investigatrice porterà alla luce molti segreti nascosti dai familiari della vittima sino a scoprire l'identità del vero assassino (o assassini?).
La storia è molto intrigante e i colpi di scena sono tantissimi. Le indagini sono molto interessanti e mai noiose.
L'autrice del libro arricchisce la narrazione con numerose note esplicative, in cui si rende palese la notevole conoscenza di molti dati storici dell'epoca in cui visse Jane Austen e di molti particolari della vita di quest'ultima e della sua carriera di scrittrice.
La lettura è sempre molto coinvolgente e non può non essere molto apprezzata dagli amanti della nota scrittrice Jane Austen.
L'ambientazione è magnifica, le descrizioni dei personaggi sono ben particolareggiate e i misteri che avvolgono ognuno di loro rendono la lettura molto avvincente ed emozionante.
Il personaggio di Jane è ben descritto e fedele alla personalità della grandissima scrittrice di grandi capolavori della letteratura inglese. La sua verve è esaltata al massimo e il suo ingegno creativo viene descritto dettagliatamente in termini molto veritieri.
Il primo libro della serie “Le indagini di Jane Austen” è talmente affascinante e coinvolgente da spingere il lettore a proseguire nella lettura degli altri volumi che compongono la serie composta in tutto di dodici capitoli. In Italia ne sono stati pubblicati soltanto otto e sono:


Io leggerò sicuramente anche gli altri, sperando che la casa editrice Tea decida di pubblicare anche gli altri volumi della serie. Mi auguro che questa lettura affascini anche voi come ha affascinato me.



Buone letture!


Luce





10 commenti:

  1. Io li ho tutti, sono uno più bello dell'altro! Uno dei migliori acquisti mai fatti!

    RispondiElimina
  2. Che serie interessante! La bellissima recensione invoglia proprio a leggere il primo libro. Adesso sono curiosissima :)

    RispondiElimina
  3. Avevo adocchiato questa serie di libri tempo fa ed ero indecisa se prenderli o meno. Adesso leggendo un parere così positivo e qualche spunto del primo libro sono proprio invogliata ad iniziarla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta! Appena lo leggi torna qui a lasciarmi le tue impressioni :)

      Elimina
  4. Molto interessante! Un'amante come me di tutto ciò che ha a che fare con Jane Austen non può non leggerlo! La trama mi intriga parecchio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La scrittrice delinea un profilo di Jane Austen molto veritiero. Si nota che ha studiato parecchio l'autrice.

      Elimina
  5. Ho iniziato a leggerlo e mi sta intrigando parecchio :) Grazie del prezioso consiglio. Adesso li voglio recuperare tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti stia piacendo. Fammi conscere il tuo parere anche sui successivi, mi raccomando!

      Elimina